Navigazione veloce

Hackthon Vicenza, ITIS ROSSI primo

Traffico intelligente, cultura e tecnologie per la disabilità. Centoventi concorrenti – dai 14 ai 40 anni di età – per un hackathon sull’internet delle cose: 24 ore di gara, una maratona nella cornice cinquecentesca del salone della Basilica palladiana di Vicenza. Hackathon Vicenza “100100 Challenge Evolution” si è svolto sabato 27 e domenica 28 novembre 2016, promosso dal Gruppo 100100 che raggruppa le aziende dell’ICT di Confartigianato Vicenza.

La gara ha visto alla fine premiati tre progetti originali realizzati nella due giorni da altrettanti team, che si sono cimentati sull’utilizzo composito di tecnologie per la manifattura digitale (stampanti 3D), l’intelligenza artificiale (big data e cloud) e la robotica (le schede elettroniche Arduino).

Al termine della maratona, il primo premio in palio (dal valore di 3mila euro) per la Mobilità Elettrica Sostenibile è andato al progetto Road-Eye del gruppo “RGB” composto da Alberto Fanton (5BII), Giacomo De Lazzari (5AIT), Damiano Tessaro (5BEA) e Mirco Zenere (4CMM), che prevede l’installazione di dispositivi intelligenti per ottimizzare il traffico e incrementare la sicurezza. Una menzione speciale è stata assegnata da TESLA Motors alla squadra  “MRGA” composta da Martina Saugo, Peron Enrico, Aleska Markovic, Antonio Zlatkovski e Miroljub Mihailovic della classe 5AII realizzatrice del progetto “Third Eye”.
Tra i partecipanti, gli studenti degli Istituti Tecnici Rossi di Vicenza, Chilesotti di Thiene, Marzotto di Valdagno, universitari, “maker”, inventori, creativi e informatici provenienti da tutta Italia, che hanno elaborato 18 progetti utilizzando 240 dispositivi in connessione, con 230 gigabyte scaricati e 170 caricati.

qui il video

 

e le foto di rito